Contatore

martedì 30 novembre 1999

DOMANDE INQUIETANTI

Avere un minimo di visibilità come quella che un blog può creare ha degli aspetti positivi e negativi. Sicuramente tra questi ultimi vi è la gestione dei rapporti personali. Ossia, il blog – meglio, proprio la sua visibilità – diventa una questione discriminante.
Capita così di sentirsi dire più spesso di quanto si vorrebbe due cose:
A) «Questo lo devi scrivere sul tuo blog!». Oppure: «Perché non racconti di quella volta…».
B) «Ehi, ma non è che ora mi spari sul tuo blog eh??».



Specialmente il secondo esempio merita dettagliati approfondimenti psicologici dato che, come è noto al grande pubblico, il Falcone ama sguazzare nei profumosi letti delle altre bloggher. Siccome non ho di meglio da fare e non posso neanche uscire – non mi sento bene: una fastidiosissima vaginite – lo farò per la vostra edificazione.
La cosa mi si è palesata davanti agli occhi quando è cominciata a diventare una abitudine. O meglio: quando dopo un rapporto sessuale sono lì sdraiato nel mio lettone vista-mare che a vedermi dall’alto sembro l’uomo vitruviano, mentre finalmente mi sto rilassando pensando alla sora Lella e lasciando sfumare i sintomi preinfarto, accade che la gentile fanciulla in questione si alza su un gomito e mi dice, d'improvviso:
«Ehi, ma non è che ora mi sbatti nelle statistiche del tuo blog eh!?!».
Si vuole implicitamente criticare la mia tendenza a catalogare tutto, a fare di ogni esperienza un mero dato di fatto. Eh vabbè, colpa della scolastica medioevale.
Ciò che risulta interessante è però come la cosa possa essere intesa in due modi:
1) Modalità del panico. Mentre questo mi si dice, nella fronte le si può leggere infatti, tipo un rullo della televisione: «Oddiooddiooddio e questo qua ora chi lo conosce?! Magari mi sbatte sul blog! Magari è pazzo! oddio lo leggono a casa a lavoro oddio… lo legge mio marito! Oddio sono andata a letto con un pazzo!”
Oh povera fanciulla mia! Dopo i fumi dell’eros cerca di recuperare una primigenia verginità, un pudore da educanda, un candore da puerpera. E pensarci prima quando avevi la paperetta in fiamme e facevi le peggio cose?



2) Modalità inversa. Mentre sono là che per rilassarmi penso alle leggi di Propp, a un certo punto, al solito:
«Ehi, ma non è che ora mi sbatti nelle statistiche del tuo blog eh!?!».
Traduzione:
«Ti prego Falcone, mettimi nel tuo blog!».

28 commenti:

  1. Oddioddioddio! sono andata a letto con un pazzo! :-/


    Ma davvero a soraLella stavi pensando?

    La foto che sembri l'uomo vitruviano mi manca.

    O ce l'ho?


    ...e pubblicalo questo commento, che mio marito non lo legge il tuo blò:-)

    RispondiElimina
  2. meglio sul tuo blog che scacciata dal letto. ma questa è un'altra storia...

    baci.

    RispondiElimina
  3. @Clara: La sora Lella è sempre nei miei pensieri. Come faccio a mantenere l'erezione se no?



    @Perdita: Oddio, e che storia è?

    RispondiElimina
  4. neanche mio marito legge il tuo blog.

    Ti autorizzo a pubblicarmi.

    (si nota che faccio parte della seconda tipologia?)

    RispondiElimina
  5. Sì ma non siamo mica andati a letto assieme

    RispondiElimina
  6. ah no?

    azz c'è chi si spaccia per te allora...

    blogger bastardi! ;-)

    RispondiElimina
  7. Hhashhaa ma sarai guasto???

    MI sovvengono alcune domande:..

    1. Come cazzo hai fatto a prenderti la vaginite??? (auguri!!).

    2. Sarai un pò egocentrico??

    3. La paperetta in fiamme??? ma allora è vero che dentro avete sempre 3 anni!!!

    Io non ho detto a nessuno che conosco e che mi conosce di avere un blog...così sono libera di scrivere quello che voglio senza seghe mentali!!

    RispondiElimina
  8. Ma siamo sempre così limpidamente contorte?

    :)

    RispondiElimina
  9. ahahahahahaha


    ma lo sai che anche a me (lo faccio da sola in effetti) mi dicono così?

    ma non i miei spasimanti, uno ne ho.

    però è vero quel che dici....


    riflettete gente riflettete!!!!

    RispondiElimina
  10. Speriamo mi passi la vaginite almeno!

    Saranno i tampax??

    RispondiElimina
  11. quanto ci piace giocare con le parole?...tanto ... sicuramente...

    e provocare... non pensi così di avere dei cali di contatti...? ...

    la vaginite ... davanti o dietro... anche se non si può chiamare cosi in qualsiasi parte tu l'abbia....

    mi ricorda una zia che disse aver preso il raffreddore ... dove?... nella paperetta...

    concludo... i mariti è meglio che non ti leggano...e poi le donne donne non dicono... basta lo sguardo a metterti in soggezione... hi hi hi...


    RispondiElimina
  12. ma chi sono queste donne che vengono a letto con te conoscendoti appena e nulla sapendo delle tue abitudini statistiche? Insomma, tu sei uno che va a letto con le blogger? le conosci in rete? in chat? Esiste il colpo di splinder?

    Se io fossi in me non vorrei andare a letto sperando di diventare argomento di blog, né tantomeno sperando di non diventarlo!

    RispondiElimina
  13. "uh-uh-uh chissà cosa diranno i tuoi amici! Mica lo racconterai! Vero che non lo racconterai?! Nooo dai non posso immaginarti così CRUDELE"

    (ridacchia allegramente la bella fanciulla).



    Brrrrr... di modalità 2) in giro, se ne vodono molte più del necessario.

    RispondiElimina
  14. @cannella65: Hai ragione, l'ho scritto solo per provocare.

    In realtà non ho la vaginite, ho il menarca.

    RispondiElimina
  15. a me piacerebbe stare su questo blog. non fosse altro che significherebbe che ho consumato con questo genio incompreso da molte.

    falcone, che ti dicono?

    RispondiElimina
  16. Cara Angela Dio ti (e te le) benedica!

    RispondiElimina
  17. Ahahahah, beh...a me non verrebbe mai di pensarlo o significherebbe ahimè di aver sbagliato tutto.


    1) A fidarmi del mio ipotetico uomo.

    2) Che sono un pò deficiente.

    3) Nel fare la domanda, sto svilendo me, ed il patner con cui ho appena fatto l'amore o sesso o come vi pare...

    RispondiElimina
  18. Per la vaginite ti consiglio delle lavande vaginali...ovviamente tu dovrai introdurre la peretta da qualche altra parte!:)

    RispondiElimina
  19. Il menarca non è una malattia... Da oggi in poi però ogni 28 giorni avrai delle perdite di sangue. E questo si chiama MestURAzione!!! Fu così che una mia amica mi spiegò il MENARCA!!! Auguriiii! Sei diventata signorinaaaa!!!

    RispondiElimina
  20. c'è chi dice ma non dice/chi vuole ma non vuole...

    Secondo me è quindi più frequente il punto n° 2...sbaglio?

    RispondiElimina
  21. io, a scanso di equivoci, non l'ho detto an essuno del blog..occhio non vede, cuore non duole

    RispondiElimina
  22. Dell'esistenza del mio blog sono a conoscienza solo tre persone che conosco:Il Marinaio, La bradipa e Asaperloprima...

    Direi che è piu che sufficiente :-)))

    RispondiElimina
  23. All'ora sarai di umore nero...

    come mi dispiace... pensa dai tre ai cinque giorni al mese ... senza sesso... ah pero ora rammento cosa dicesti una volta... e si... puoi sempre usare la bocca!!!

    RispondiElimina
  24. ohi se dicono così decisamente è perchè vorrebbero essere le protagoniste del prossimo post...


    mi ci gioco la mia paperetta in fiamme!

    RispondiElimina
  25. E' qualche giorno che non riesco a leggere nemmeno una riga nel mondo blog e tu mi scrivi 3/4 post? Non potevi aspettarmi?


    Pensavo... chissà la donna nel tuo letto a chi stava pensando per avere la papperetta in fiamme... mumble mumble...

    RispondiElimina
  26. Il gentiluomo deve agire, ma tacere su ciò che ha fatto e con chi.

    Forse le tue compagne d'avventura credono di stare in un reality? Apparire non è tutto, in certe occasioni.

    RispondiElimina