Contatore

martedì 30 novembre 1999


Volontè












6 commenti:

  1. L'ho sopportata per mezz'ora, e solo perchè c'è Libero de Rienzo.

    I dialoghi sono scritti in maniera che le "BR" (che hanno torto marcio, oggi come allora) siano volgari, brutali e possibilmente retoriche.

    La "DC", invece, angelicata.

    E questo non era.

    Benissimo hai fatto a mettere il grande G.M.Volontè che, in confronto a Placido, è d'un altro pianeta.

    Daniele

    RispondiElimina
  2. Grandissimo attore, granitico. Formidabile interprete, poi.

    Ah la finction su Aldo Moro...lassiamo perdere molto meglio il film Buongiorno notte.

    Ma una domanda sorge spontanea: a quando un bel film sulle stragi di Stato??

    E sulla defenestrazione di Pinelli?

    RispondiElimina
  3. Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, un grande film con una colonna sonora superba. Lo vedi subito al cinema quando uscì... ehm si sono piuttosto vecchiarello.

    RispondiElimina